follow us!

RECENSIONE DEL LIBRO

Modelli di Business Circolari

Modelli di Business Circolari

Editore:

Edizioni LSWR

autore

Matteo Fusco, Michela Spagnolo, Nicola Cerantola, Davide Cardile

pubblicazione:

pagine:

Ottobre 2022

200

Autore

Matteo Fusco, Michela Spagnolo, Nicola Cerantola, Davide Cardile

Editore

Edizioni LSWR

Pubblicazione

Ottobre 2022

Pagine

200

Prezzo

24,90 €

Autore

Matteo Fusco, Michela Spagnolo, Nicola Cerantola, Davide Cardile

Pagine

200

Editore

Edizioni LSWR

Prezzo

24,90 €

Autore

Matteo Fusco, Michela Spagnolo, Nicola Cerantola, Davide Cardile

Pubblicazione

Ottobre 2022

costo:

Editore

Edizioni LSWR

Pagine

200

24,90 €

Una premessa, amo molto i libri di Edizioni LSWR perché sono pratici, vanno al sodo e sono volumi che mi trovo a consultare spesso dopo la prima lettura; per Modelli di Business Circolari credo proprio che sarà lo stesso. 
Si tratta di un vero e proprio manuale – composto da teoria, pratica e strumenti – scritto a quattro mani da Nicola Cerantola, Matteo Fusco, Michela Spagnolo e Davide Cardile per imprenditori, consulenti e formatori alla ricerca di una guida pratica per trasformare il classico e superato modello di business lineare in un modello di business circolare, che richiede meno risorse e riutilizza gli scarti all’interno del ciclo di produzione. Il libro ambisce a traghettare le figure decisionali dal classico modello di business basato sullo sfruttamento delle risorse e sulla produzione di scarti al modello di business che si sta rivelando virtuoso e sostenibile, quello circolare appunto.

Gli autori sono quattro professionisti con esperienza decennale in ambiti eterogenei: Cerantola è consulente, docente e mentore di imprenditorialità, insegna Ecodesign ed Economia Circolare presso numerose università e business school; Fusco è il fondatore di Beople, è docente di Politiche Economiche per le Organizzazioni all’Università Cattolica di Milano; Spagnolo è psicologa e psicoterapeuta, co-founder di Beople e responsabile della Business Design Academy; Cardile è storyteller ed esperto di comunicazione e marketing digitale e communications Strategist in Beople.

Ma da cosa nasce la necessità delle aziende e dei rispettivi management di cambiare concretamente prospettiva? 

La risposta è semplice quanto complessa: dal contesto di oggi, in cui difficoltà di approvvigionamento, aumento dei costi, calamità naturali, tensioni geopolitiche e la pandemia determinano una complessità senza precedenti.

limiti dell’economia lineare aprono la riflessione che ci accompagna pagina dopo pagina, segue la spiegazione dei concetti che stanno alla base dell’economia circolare; acquisite le nozioni fondamentali ecco che gli autori propongono un processo agile e visuale che permette di realizzare un modello di business circolare in tempi rapidi e certi, con risultati concreti e misurabili. 

In questo ci aiuta il Business Model EcoCanvas, una rielaborazione del Business Model Canvas capace di facilitare l’introduzione delle logiche di circolarizzazione in azienda. Il nuovo framework è composto da undici blocchi – tra i quali sfide prioritarie, beneficiari, filiera, impatti generati solo per citarne alcuni –  che rappresentano gli elementi costitutivi di un modello di business circolare. Grazie a questo strumento vengono illustrate in maniera intuitiva diverse strategie di circolarizzazione virtuose.

Si arriva poi alla razionalizzazione di quello che è stato definito Circular Sprint: un vero e proprio percorso in quattro fasi – che si traducono solitamente in un focus di quattro giornate – utili per mettere a terra il passaggio al business circolare in azienda. E dopo lo Sprint?  Gli autori hanno pensato anche a questo, dopo è utile porsi una serie di domande trigger utili nel processo di validazione che riguardano la fattibilità tecnica, la desiderabilità, la redditività, la sostenibilità ambientale e sociale.

Modelli di Business Circolari raccoglie tanti casi di studio tratti dalla realtà italiana e internazionale, con una particolare attenzione alle piccole e medie aziende che più di tutte hanno bisogno di supporto e visione nella transizione verso questo nuovo paradigma non più procrastinabile.

“Da non perdere” nel corso della lettura/studio

– gli strumenti messi a disposizione, su tutti i canvas e le card

– le storie di eccellenza dalle quali trarre ispirazione 

– le interviste di chi ha già cambiato prospettiva e ha intrapreso un business circolare

– il link al toolkit, la scatola degli attrezzi per chi vuole cambiare prospettiva 

– il glossario, in questo caso davvero utile per acquisire sicurezza in un ambito così nuovo

A chi è rivolto? Agli imprenditori responsabili, ai manager ambiziosi e ai business designer – una figura relativamente nuova che si rivelerà davvero strategica.

Quanto è pratico? Dalla prima all’ultima pagina.

È da avere in libreria? È da avere sulla scrivania.

voto:

l'Autore

della recensione

Valentina Martinelli
Da oltre 10 anni in Rete, quella virtuale e quella reale. Comunicare per me è come respirare, ci aveva visto lungo la mia maestra della prima elementare: “Signora, sua figlia si occuperà di pubbliche relazioni”, disse durante il primo colloquio con i miei genitori. Leggere fa parte del mio DNA, con un papà tipografo e una mamma divoratrice di libri non poteva essere altrimenti. Le to-do list sono il mio mantra e vivo connessa. Amo i viaggi per i ricordi che regalano. Sono la mamma di Margherita e Leonardo, ho un debole per i piani ben riusciti e per la carbonara.

condividi

la recensione

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Modelli di Business Circolari
.

entra nella community di

Ricevi ogni mese le ultime recensioni direttamente nella tua casella email.

le recensioni

più lette

condividi

la recensione

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Valentina Martinelli
Da oltre 10 anni in Rete, quella virtuale e quella reale. Comunicare per me è come respirare, ci aveva visto lungo la mia maestra della prima elementare: “Signora, sua figlia si occuperà di pubbliche relazioni”, disse durante il primo colloquio con i miei genitori. Leggere fa parte del mio DNA, con un papà tipografo e una mamma divoratrice di libri non poteva essere altrimenti. Le to-do list sono il mio mantra e vivo connessa. Amo i viaggi per i ricordi che regalano. Sono la mamma di Margherita e Leonardo, ho un debole per i piani ben riusciti e per la carbonara.
Da oltre 10 anni in Rete, quella virtuale e quella reale. Comunicare per me è come respirare, ci aveva visto lungo la mia maestra della prima elementare: “Signora, sua figlia si occuperà di pubbliche relazioni”, disse durante il primo colloquio con i miei genitori. Leggere fa parte del mio DNA, con un papà tipografo e una mamma divoratrice di libri non poteva essere altrimenti. Le to-do list sono il mio mantra e vivo connessa. Amo i viaggi per i ricordi che regalano. Sono la mamma di Margherita e Leonardo, ho un debole per i piani ben riusciti e per la carbonara.

l'Autore

della recensione

hai già visto le

altre recensioni?