Davide Giansoldati e Ivan Ottaviani

I jolly dello scrittore

12,90 €

Editore: Selfpublishing
Autore: Davide Giansoldati e Ivan Ottaviani
Pubblicazione: Ottobre 2021
Pagine: 112
Costo di copertina: 12,90 €

Recensione del libro I jolly dello scrittore, di Davide Giansoldati e Ivan Ottaviani

Davanti ad un foglio bianco, in pieno blocco dello scrittore, vorremmo tutti avere la possibilità di “pescare il jolly” e avere l’illuminazione giusta che ci porta fuori dal tunnel.

Questo l’obiettivo dei due autori, Davide Giansoldati e Ivan Ottaviani, curatori della rubrica “Le parole importanti” di Writers and Readers che proprio durante una diretta Facebook sul tema hanno trovato l’idea per creare questo libro.

8 imprevisti
8 occasioni
8 incontri
8 oggetti
8 sorprese
8 citazioni
8 personaggi
8 super poteri
8 luoghi comuni
e 9 storie ancora da creare partendo dal libro, e da condividere scoprendo poi, grazie a un QRcode, cosa hanno fatto altri.

Un libro unconventional, che stimola il lettore già dalla sua modalità: pagine sparse, non lineari, in orientamenti diversi. Un libro da sfogliare all’occorrenza, quando si ha bisogno di ispirazione.

Molto simpatica l’idea, molto carina l’impaginazione, sicuramente utile nei momenti bui in cui mettere insieme una frase è la difficoltà più grossa perché mancano le parole, le idee, i collegamenti.. e l’ansia ci assale.

Sicuramente consigliato a chi scrive per mestiere, per non essere mai banale, e a chi ha nel cassetto un libro che non riesce a far uscire da quel cassetto e portare alla luce!

Davide Giansoldati è anche autore del libro “promuovere i libri online” che abbiamo letto e recensito qui: Promuovere e raccontare i libri online

Nell’immagine un esempio di come sono alcune pagine del libro!

I jolly dello scrittore. 81 elementi chiave per costruire storie

L'Autrice della recensione

Federica Mori - La Barbie Social

Federica Mori - La Barbie Social

Mi sono laureata in Relazioni pubbliche e Pubblicità nel 2006 e ho iniziato a lavorare poco dopo in un’agenzia di comunicazione. Dal 2015 sono Freelance e mi sono dedicata al Social Media Marketing, senza però mai tralasciare il mio amore per l’Ufficio Stampa e le PR. Oggi sono Social Media Strategist e ADV Specialist: aiuto aziende e piccole realtà a usare i social per migliorare la propria presenza online. Perché mi chiamo “La Barbie Social”? Perché sono sempre stata la “smanettona” della famiglia. Quando mi sono iscritta a Facebook (2007) la mia vita è diventata sempre più “social”: mi piaceva scrivere, usare Facebook come un diario e chiacchierare con gli amici. Era il periodo in cui il colore rosa era parte di me, quello dei tacchi tutti i giorni per andare in ufficio, mai senza trucco. Insomma, ero un po’ Barbie. Da qui è nata "La Barbie Social", mio primo nickname su Twitter con cui la gente negli anni ha imparato a conoscermi durante gli eventi di settore.

Ti è piaciuta questa recensione?

Continuiamo a parlare di libri sui nostri social

Hai già visto le altre recensioni?